Chi sono i soggetti produttori di energia e quelli consumatori di una Comunità Energetica?

Chi sono i soggetti produttori di energia e quelli consumatori di una Comunità Energetica?

All’interno di una comunità energetica esistono due tipi di soggetti: produttori di energia e consumatori. Chi sono? Qual’è la differenza?

Home » Chi sono i soggetti produttori di energia e quelli consumatori di una Comunità Energetica?

 

Una delle sfide più urgenti della contemporaneità è quella che riguarda la transizione verso modi di produzione e consumi più sostenibili. Sono sempre di più infatti le persone consce dei drammatici effetti che i cambiamenti climatici stanno portando al pianeta in cui viviamo. Uno dei modi per cui è possibile fin da subito consumare in maniera sostenibili riguarda il consumo di energia elettrica.

Grazie alle comunità energetiche rinnovabili è infatti possibile unire più cittadini che sono al tempo stesso produttori di energia che consumatori. La comunità europea ha infatti deliberato che i cittadini europei dovranno ridurre sensibilmente le proprie emissioni di anidride carbonica. Si stima che infatti che potrebbero passare passare da semplici consumatori di energia a dei veri e propri prosumer di energia circa 264 milioni di cittadini europei soddisfacendo il 45% del fabbisogno totale.

Ma cosa s’intende per prosumer?

Il prosumer è l’utente che non si limita al ruolo passivo di consumatore (consumer), ma partecipa attivamente alle diverse fasi del processo produttivo (producer). In pratica, il prosumer è colui che possiede un proprio impianto di produzione di energia, e  che consuma una parte dell’energia che produce. Se il prosumer fa parte di una comunità energetica, la parte di energia che non consuma sarà invece messa a disposizione degli altri consumatori e produttori di energia che fanno parte della comunità.

Per il momento forse è bene fermarci qui. Abbiamo già introdotto diversi concetti che a nostro avviso meritano di essere approfonditi. Inutile infatti parlare di soggetti produttori di energia e soggetti consumatori se prima non è stato introdotto il concetto di comunità energetica rinnovabile. Concetti di cui parleremo nei prossimi paragrafi qui di seguito.

Cosa sono le comunità energetiche

Le CER, acronimo di comunità di energia rinnovabile, sono di fatto dei soggetti indipendenti, da un punto di vista legale, in quanto sono delle associazioni di più membri. I soci possono essere PMI, amministrazioni comunali, autorità locali o persone fisiche. La peculiarità di questa associazione è però che l’insieme delle utenze di coloro che fanno parte di questa associazione è amministrato come se fosse un unico grande ecosistema.

Questi soggetti si associano con un obiettivo comune: quello dell’autoproduzione di energia.. L’energia prodotta dagli impianti che fanno parte della C.E. viene condivisa con gli altri membri della comunità. Membri che, è bene specificarlo, non sempre hanno un impianto di produzione dell’energia da fonti rinnovabili. E’ per questo motivo infatti che esistono due tipi di soggetti che possono far parte di una comunità energetica: i soggetti produttori di energia e quelli consumatori.

In altri termini, l’obiettivo principale delle comunità energetiche è di apportare benefici economici, sociali ed ambientali a coloro che ne fanno parte. 

Cos’è l’autoconsumo collettivo

Prima di analizzare la differenza in dettaglio fra i produttori di energia e coloro che invece la consumano e basta è necessario anche introdurre il concetto di autoconsumo collettivo dell’energia.

Con autoconsumo collettivo si intende l’unione tra residenti o cittadini del medesimo condominio o di strutture confinati che producono, immagazzinano e consumano questa energia.

Questa possibilità è stata introdotta dal Decreto Milleproroghe che permette la possibilità di installare impianti di autoproduzione di piccola taglia, con una capacità massima di 200 kW. Tuttavia è stata poi ARERA, ovvero l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, a rendere effettivo il piano di attivazione delle comunità energetiche. Quest’ultima ha anche, tra le altre cose, individuato i soggetti produttori di energia e quelli consumatori, prevedendo diversi benefici economici o tariffe incentivanti a seconda della categoria.

Soggetti produttori di energia e consumatori: chi sono?

Da quanto abbiamo scritto fino a questo momento emerge che, a prescindere dal loro status giuridico, i membri di una comunità energetica possono essere suddivisi in due tipologie:

  1. Soggetti produttori di energia;
  2. consumatori di energia.

In particolare, i soggetti produttori di energia, sono coloro che abbiamo definito precedentemente come prosumer. Costoro infatti possiedono un impianto di produzione dell’energia da fonti rinnovabili, fotovoltaico, e tramite esso sono in grado di produrre energia durante le ore diurne. Ovviamente, l’impianto di solito produce più energia di quanto il possessore ne riesce a consumare. L’energia in eccesso viene quindi stoccata in apposite batterie di accumulo e distribuita fra i membri della comunità che ne hanno bisogno. Di fatto quindi i produttori di energia sono coloro che possiedono gli impianti fotovoltaici in grado di soddisfare il fabbisogno di energia dei membri della comunità di cui fanno parte.

I soggetti consumatori di energia invece non possiedono un impianto a fonti rinnovabili in grado di produrre energia. Si limitano quindi a consumare quella che producono i soggetti produttori di energia. Tuttavia, l’energia prodotta da questi ultimi, non viene immessa nella rete elettrica nazionale e distribuita tramite essa. Di fatto, l’energia che producono rimane in una zona circoscritta, ovvero quella dei membri appartenenti alla comunità. In questo modo non può essere caricata degli oneri di distribuzione dell’energia e quindi i consumatori potranno godere di una tariffa incentivante.

Le tariffe incentivanti per i produttori di energia e per i consumatori

Grazie al decreto del 16 settembre 2020 vengono individuate le tariffe incentivanti per l’energia prodotta da impianti a fonti rinnovabili. Vengono quindi individuate le tariffe dell’energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico inserito all’interno di in una comunità energetica.

I soggetti che fanno parte di una Comunità Energetica hanno infatti diritto per 20 anni ad una tariffa premio di 100 €/MWh o di 110 €/MWh ovvero di 10-11 centesimi di Euro per KW/h. Questa tariffa incentivante che quindi è valida per tutti i soggetti consumatori di energia, forte del fatto che non deve essere caricata degli oneri di distribuzione dell’energia.

Tuttavia, per i soggetti produttori di energia, i vantaggi non finiscono qui. A quanto riportato qui sopra infatti devono essere aggiunti il bonus per il ritiro dedicato (RID) su tutta l’energia immessa in rete, la restituzione dei costi di trasmissione e degli oneri non goduti. Sommando tutti i benefici costoro possono arrivare ad avere fino ad uno sconto di 0,16 € per KW.

Merita a questo punto aprire una breve parentesi sui vantaggi del far parte di una comunità energetica. Per farne parte infatti non è necessario installare un impianto fotovoltaico. Per usufruire di tutti i benefici basta entrare in una C.E.R. già strutturata! Un bel vantaggio visto che quindi non è necessario sostenere investimenti onerosi per l’installazione di un impianto fotovoltaico.

Entra a far parte di Valore Comunity ed inizia a risparmiare!

Valore Comunity, la comunità energetica rinnovabile di Solar Cash srl, nasce proprio per un preciso scopo: quello di offrire ai nostri clienti un’opportunità unica in termini di risparmio sulla propria bolletta dell’energia.

I membri della comunità energetica Valore Comunity possono infatti beneficiare di una tariffa incentivante che cambia in base alla tipologia di soggetto: i soggetti produttori di energia ed i soggetti consumatori.

Il vero vantaggio di entrare a far parte di Valore Comunity è che non non dovrai preoccuparti di nulla. Saremo noi a gestire tutta la contabilità e le questioni amministrative in maniera chiara e trasparente. In questo modo potremo dare forma ai vostri progetti e darvi la possibilità di godere degli incentivi statali. Ogni partecipante riceverà un report mensile ed annuale per consentirvi una verifica di tutte le somme erogate. Ultimo ma non per importanza comunicheremo agli enti competenti mensilmente ed annualmente ogni report o documento indispensabile per mantenere negli anni gli incentivi.

Pertanto…. Cosa aspetti ad entrare a far parte di Valore Comunity? 

Per ricevere la nostra offerta compila il form che trovi in questa pagina con i tuoi dati!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?